Il Moto Club Grigna ha organizzato domenica 28 aprile, a Pasturo (LC), la terza prova del campionato italiano Regolarità d’epoca, Gruppo 5: una gara che diversi fra i 300  piloti non hanno esitato a definire la più impegnativa dell’anno, con dei trasferimenti in mulattiere suggestivi, ma soprattutto complicati. I due Cross test si sono rivelati complessi, e hanno regalato al pubblico, davvero numeroso, uno spettacolo avvincente e coinvolgente.

Terza tappa del Gruppo 5, prime della tanto attesa trasferta in Sicilia. E già le classifiche di classe stanno cominciando a definirsi. Il migliore in Valsassina è stato Fausto Scovolo, su Villa, ma i suoi avversari, a livello assoluto, si sono avvicinati non poco, tanto è vero che il nuovo Trofeo Labeca Cross Test è finito nella mani di Giuliano Morbidoni, su Puch Frigerio, che ha battuto nel secondo fettucciato Osvaldo Armanni (Ktm) e proprio Fausto Scovolo; mescolando i fattori questa è anche la classifica assoluta, ipotetica ovviamente visto che non esiste in questa specialità, con Scovolo primo, Morbidoni secondo e Armanni terzo.

E andiamo ora a vedere le classifiche di classe, che ancora una volta hanno evidenziato un certo potere della scuola bergamasca.

In A1 sono arrivati solo in due sul traguardo con Alberto Rittà (Ktm) vincitore davanti a Luca Santucci (Gilera).

La A2 del Gruppo 5, invece, non si è composta.

Ma la A3, accorpata con piloti A2, è stata vinta da Enzo Vescia, proprio un pilota A2, su Gilera. Marco Taviano, su Gilera, è comunque il migliore di giornata della classe A3, davanti a Giancarlo Melli (Ktm), del MC Careter Nembro, e Marco Genevini (Husqvarna). Maurizio Dominella (Zundapp), portacolori del MC Careter Nembro, apparso febbricitante, resta comunque in testa nella classifica di campionato, nonostante sia arrivato sesto. Nono il compagno di club Roberto Maroni (Zundapp).

In A4 la vittoria finisce nelle mani di Massimo Parrini (Ktm) che dalla C3 si è presentato in A4 in questo weekend, battendo Paolo Sala (Zundapp) e Marco De Eccher su Puch: in classifica assoluta nulla cambia, con Sala al comando su De Eccher. Quarto Daniele Meroni (Zundapp), del MC Careter Nembro, seguito da Donato Lanati e Enrico Belussi, entrambi del MC Bergamo-Vintage).

Nella A5 terza vittoria consecutiva per Fabio Parrini su Ktm che distanzia gli avversari nella classifica di classe: Sergio Belussi (MC Bergamo-Vintage), secondo su Puch, e Antonio Fiore (MC Bergamo-Norelli), terzo. Inoltre, settimo Lorenzo Corò (MC Bergamo-Vintage) e nono Massimo Viganò, del MC Costa Volpino.

Nella B2 Alfredo Gamba (Moto Morini) conquista la terza vittoria della stagione e allunga in classifica su suo papà Pietro Gamba (Morini), terzo alle spalle di Alessandro Gritti (Morini), del MC Bergamo-Vintage, che risale in classifica fino al terzo posto assoluto recuperando in parte lo zero di Grazzano Visconti. Ma attenti,  la “family Gamba” non è mai sazia: quarto Giacomo Gamba, del MC Careter Nembro. Quinto Massimo Riva (MC Bergamo-Norelli).

Nella B3 arriva la prima vittoria di stagione per Giancarlo Donadio (Honda) che batte Gianluca Beccantini (Honda) e Marco Candiotto (Honda) e nell’assoluta si avvicina pericolosamente a Beccantini leader della classe.

La C1 anche in questa terza prova finisce nella mani di Angelo Ceribelli (Fantic Motor), che si impone su Nazzareno Artifoni (Puch), del MC Bergamo-Vintage, e Sauro Morbidoni (Fantic Motor), del MC Bergamo, e le prime due posizioni di Campionato sono esattamente le stesse.

Piero Gagni (MC Bergamo) sale nuovamente sul primo gradino del podio in C2 con la sua Fantic Motor, davanti a Paolo Gandossi (Fantic Motor), del MC Careter Nembro, e Paolo Grassi (Puch), del MC Bergamo-Norelli, che perde la sua seconda posizione in campionato dopo il sorpasso di Gandossi. Quarto Ennio Bonaldi (MC Costa Volpino) su Fantic e quinto Piero Prado (MC Bergamo-Vintage).

In C3 assenti Massimo Parrini e Marco Ghilardi gli altri si sono potuti scatenare: Mario Valsecchi (Ancilotti) si è imposto su Giuliano Butti (Puch Frigerio) e Alberto Laneri (Ancilotti) e ora in testa alla classe passa Filippo Faraone, ieri 4° su Intramotor. Quinto Giulio Gambarini (MC Bergamo-Norelli) e sesto Vittorio Bettineschi, del MC Careter Nembro.

Nella C4 è Walter Bettoni, del MC Bergamo, il più veloce, su Gilera Elmeca, che batte Giorgio Balzarini (Puch) e Michele Lorenzetti (Ktm) e la classifica di campionato è identica. Quinti Fabio Rubino, del MC Careter Nembro.

Con l’assenza di Francesco Guerini e la debacle di Bottarelli si riapre totalmente la lotta per il titolo in C5: Lorenzo Troian (Puch Frigerio) ha vinto ieri su Guido Savio (Ktm) e Giorgio Contessi (Ktm), del MC Costa Volpino, e ora in testa alla classifica balza Troian seguito da Contessi. Quarto Andrea Melli (MC Careter Nembro), e sesto Giorgio Cremaschi, del MC Begramo-Norelli.

Nella C6 prosegue la battaglia fra Mauro Uslenghi, del Fast Team, vincitore ieri su Simonini e sempre leader in campionato, e Marco Calegari (Ktm), alfiere del MC Bergamo-Vintage, secondo di giornata e in campionato con Alessandro Pierannunzi (Ktm), del MC Costa Volpino, terzo ieri a Pasturo. Quarto Massimo Sfondrini e sesto Luciano Caminada, entrambi del MC Careter Nembro.

Terza vittoria 2019 in D1 per Federico Fregnan (Fantic Motor), che si invola in campionato: alle sue spalle sul podio di Pasturo, Roberto Gaiardoni e Marco Viliani, entrambi su Fantic.

Scossonne nella D2 con il primo successo di Sandro Pivetta (Aprilia) che, battendo Giorgio Nembrini (Puch Frigerio), del MC Bergamo-Vintage, e Maurizio Cecconi (Fantic Motor), si porta in seconda posizione nel campionato alle spalle di Nembrini. Quinto Fabio Casotto (MC Bergamo-Norelli) e ottavo Bruno Brignoli (MC Bergamo-Vintage). A seguire, Alessandro Macchia (MC Bergamo-Norelli) 9°, Fabrizio Dossi (MC Bergamo) 11°, Diego Peretti (MC Bergamo) 13° e Gianluca Ape (MC Bergamo-Norelli) 15°.

Nulla cambia invece in D3 con Fausto Scovolo (Villa), MC Bergamo-Norelli, ancora primo stavolta davanti a Valter Testori (MC Careter Nembro) e Stefano Bosco che resta secondo in classifica assoluta. Quarto Gualtiero Brissoni (MC Bergamo).

Nessuna novità neanche in D4, con Luca Murer (Swm), alfiere del MC Bergamo-Vintage, al comando di giornata e di campionato, su Enrico Tortoli, secondo a Pasturo su Paolo Spadoni, mentre in campionato è il siciliano Mario Sicari a conservare la seconda posizione. A seguire, 11° Lucio Valoti, del MC Careter Nembro, 12° Giacomo Pezzotta (MC Bergamo-Norelli), 13° Pierantonio Magri, del MC Bergamo-Valdiscalve, 15° Gabriele Comaita (MC Bergamo-Vintage), e 19 Roberto Triacca (MC Bergamo).

La D5 si fa sempre più combattuta visto che i primi sei al traguardo ieri, erano contenuti nello spazio di un minuto: Osvaldo Armanni (Ktm) ha vinto su Mario Graziani (Gori) e Alessandro Vaccari (Ktm) ed è ancora Armanni il leader su Graziani e Devincenti, ieri solo settimo. Giuseppe Mismetti (MC Bergamo-Vintage) è 11°, Mauro Grigioni (MC Bergamo) 12°, Dimetrio Labella (MC Bergamo) 14°, Alessio Rota Nodari (MC Careter Nembro) 15°, Paolo Franzolini (MC Bergamo-Norelli) è 18°, Massimo Peradotto (MC Bergamo-Norelli) è 22°.

Giornata strepitosa per Giuliano Morbidoni (Puch Frigerio) che ha vinto la D6, portandosi ora in seconda posizione assoluta in campionato alle spalle di Paolo Giulietti (Ktm), del MC Bergamo-Norelli, che resta leader: terzo di giornata Ivo Zorzitto (Puch Frigerio), del MC Careter Nembro. Sesto di giornata Giuseppe Burini, del MC Bergamo-Norelli. A seguire, Giovanni Rossi (MC Careter Nembro) 7°, Bruno Pellegrini (MC Bergamo-Norelli) 11°, Giorgio Sironi (MC Bergamo) 12°, Luciano Gervasoni (MC Brembana) 16°, Valter Facheris (MC Bergamo-Norelli) 17°

In X1, vince Fabio Zandonà (Aim) su Alessio Andreucci e Stefano Zubboli (MC Costa Volpino), entrambi su Fantic Motor. Ma il ritiro di Ferdinando Lorini riapre la sfida 2019, perchè sia Zubboli che Andreucci lo scavalcano in classifica, portandosi alle spalle del leader Zandonà.

Gaetano Terruso (Cagiva) è di nuovo primo in X2 davanti a Nicola Tetoldini (Ancilotti) e Mattia Milini (Ktm) e la classifica di campionato è la fotocopia di quella di giornata. Quarto Massimo Licini, del MC Careter Nembro.

In X3 è Walter Armanni (Husqvarna) che vince davanti a Luca D’Adda (Ktm), del MC Bergamo-Norelli, e Biagio Magri (Puch), del MC Bergamo, mentre in campionato Andrea Stucchi, ieri 5°, resta leader ma con un Luca D’Adda pericolosamente vicino. Ottavo Riccardo Terranova (MC Bergamo-Norelli).

Daniele Peruzzi (Ktm) vince in X4 su Alessandro Zamparutti (Honda) sempre leader in campionato, e Mario Rossi (Honda), del MC Costa Volpino, terzo di giornata ma secondo assoluto. Quindi, quinto Michele Ferrari (MC Bergamo-Norelli) e settimo Cesare Rivoltella (MC Bergamo-Norelli).

In X5 Mauro Sant (Ktm) concede il bis dopo il successo di Vesime e si porta in seconda posizione nel campionato dietro Andrea Purinan (Honda) ieri secondo davanti ad Ettore Rivoltella (MC Bergamo-Norelli) terzo su Honda.

Giovanni Gritti (Fast Team) vince a mani basse anche la terza prova in X6 con il Bmw bicilindrico, battendo Ezio Righetti (MC Bergamo) e Pietro Locatelli (MC Bergamo-Norelli), ma in campionato Gritti comanda su Donato Benetti ieri quarto.

Mirko Marone (Hm) passa in testa alla T80RS, grazie alla vittoria di Pasturo ottenuta ai danni di Giorgio Volpi (Kawasaki) ed Enrico Belloni (Tm) mentre la E1 vede al primo posto Cristian Ferro su Roberto Vedani e

Nella E2 prosegue la leadership di Riccardo Gravaghi, primo su Nicolò Frigerio. Terzo Cristian Ferro, del MC Lago d’Iseo.

Sempre più incandescente la sfida fra le Squadre: nel Trofeo vince il Gilera Club Arcore sul MC Bergamo-Grumello Benini Vintage B e la Regolarità Friuli MC Manzano; mentre nel Vaso il Pantera ha preceduto il MC Bergamo-Grumello Benini Vintage e la Scuderia Norelli del Moto Club Bergamo.

 

Ora ci si prepara per la lunga trasferta in Sicilia: a Corleone, con il Moto Club Regolarità 70 si correranno la quarta e la quinta prova 2019: appuntamento il 18 e 19 maggio.